"Scrivere è sempre nascondere qualcosa in modo che venga poi scoperto." (Italo Calvino)
Benvenuto, Ospite
Nome Utente Password: Ricordami

[#1] Il ritorno (commenti)
(1 Online) (1) Ospite

ARGOMENTO: [#1] Il ritorno (commenti)

[#1] Il ritorno (commenti) 24/01/2018 18:01 #18136

Votazioni effettuate, via libera alla parte più bella di Universi, i commenti!!!
  • gensi
  • Offline
  • Vice Presidente
  • Messaggi: 3811
La mia vetrina: www.lulu.com/spotlight/gensi

--------------------------

Fortunatamente, ho sempre il difetto di prendermi poco sul serio...
[cit. Carmen Consoli - Fortunatamente]
Ultima modifica: 07/08/2018 18:25 Da Tavajigen.

Re: [#1] Il ritorno (Commenti) 17/03/2018 16:35 #18220

Innanzitutto complimenti a scarpax!

Poi i miei commenti:

Il ritorno dei filantropi: 5.5
La storia e` abbastanza piatta, il finale un po` ruffiano ma salva parzialmente la situatione. Lo stile non mi ha entusiasmato, risultando macchinoso e un po` falso invece che elegante come vorrebbe. Mi sono segnato un tricolon `cassata, bocciata o boicottata` che ad esempio e` secondo me inutile e quasi fastidioso. Aderenza al tema borderline.

I codardi tornano a casa: 6.5 + PC
Stile eccessivamente compiaciuto, periodi anche troppo lenti e descrittivi, specialmente all`inizio. La seconda meta` acquista dinamismo, pur continuando a indulgere un po` troppo in descrizioni, e motiva l`atmosfera onirica. L`autore fa un buon lavoro a guidare il lettore verso la fine senza spiazzarlo eccessivamente, cosa che gli merita il premio critica perche` in questi casi e` la cosa piu` difficile.

Punto di non ritorno: io

Sin City: 7.5
Ben scritto, elegante, ambientazione che mi affascina. Sfiora lo stereotipo un paio di volte, ma tutto sommato un`ottima prova per essere riuscita in cosi` pochi caratteri a esprimere il disagio di due persone.

La notte dei cristalli: 6
Storia quasi noiosa per quanto mi riguarda, ho interrotto la lettura tre volte - ben scritta, stile interessante ma un po` piatta. Forse troppa carne al fuoco in cosi` pochi caratteri, tra fidanzato e padre. Alcuni errori che dimostrano non rilettura abbassano un po` il voto (oro invece di loro, maiuscola dopo la virgola, un periodo ballerino verso la fine).

Vendetta: 5
Storia anche troppo affannata, viene fuori un po` uno spiegone, e` una rincorsa per fare in tempo a farci stare tutto che risulta per quanto mi riguarda pesante. Trama neanche male, pero`questo flashback lunghissimo la rende poco incisiva, e il finale la rende tutta inutile. Il protagonista parla continuamente con il lettore, cosa che puo` piacere o meno - a me non ha entusiasmato. Utilizzo della punteggiatura, e soprattutto delle virgole, da rivedere.

Una giustificazione in versi: 3
Poesia non e` mettere due rime incrociate, poesia e` ritmo (e metro, volendo), e qui manca completamente. Suppongo sia un troll, ma la prossima volta fallo bene
  • Asintoto
  • Offline
  • Premio Pulitzer
  • Messaggi: 655

Re: [#1] Il ritorno (Commenti) 17/03/2018 21:12 #18221

Asintoto ha scritto:
Sin City: 7.5
Ben scritto, elegante, ambientazione che mi affascina. Sfiora lo stereotipo un paio di volte, ma tutto sommato un`ottima prova per essere riuscita in cosi` pochi caratteri a esprimere il disagio di due persone.



Grazie per il bel commento!
  • Tavajigen
  • Offline
  • Direttore Marketing
  • Messaggi: 2699
Ehi dol! Bel dol! Suona un dong dillo!
Suona un dong! Salta ancor! Salice bal billo!
Tom Bom, bel Tom, Tom Bombadillo!

Re: [#1] Il ritorno (Commenti) 17/03/2018 21:14 #18222

Il ritorno dei filantropi - 6

La brevità del racconto è la sua forza: ne ha amplificato l'immediatezza del messaggio. L'ho trovato anche ben scritto.
Ha però un grosso difetto: rischia il fuori tema. Alla fine l'ho giudicato in tema, ma non sono convinto fino in fondo che rispetti la piccola regola non scritta che adotto io per giudicare il tema o fuori tema, ossia sostituire il titolo con il tema della tornata. Ebbene, non so se il titolo potrebbe essere "il ritorno". 6 politico.


I codardi tornano a casa - 7

Racconto profondo e pienamente in tema, ben scritto. Non sono sicuro di aver afferrato bene tutte le sfaccettature presenti, meriterebbe una seconda lettura. Premio della critica.


Punto di non ritorno - 6,5

La storia non l'ho trovata molto appassionante, ma l'autore è stato bravo a trasmettere i sentimenti provati dal protagonisti, quel misto (o forse alternanza) di nostalgia della vita lasciata o mai vissuta e di voglia di buttarsi nell'incognito, caratteristica di ogni viaggiatore.


La notte dei cristalli - 7

Racconto appassionante e con un ottimo colpo di scena finale, per me inaspettato. Paga
un po' troppo la brevità: meritava uno sviluppo più costruito, dato che narra vicende
che percorrono un arco di tempo non breve. Vince la tornata.


Vendetta - 6,5

Racconto strepitoso fino a prima della fine. La fine è tremendamente scontata e troppo
smielata, peccato. Strappa comunque il terzo posto.


Una giustificazione in versi - 6

Il concorso è per prosa e non per poesia, normalmente avrei dato 4. Ma alla prima
tornata di questo ritorno su universi non dò insufficienze, e la poesia in fin dei
conti è carina.
  • Tavajigen
  • Offline
  • Direttore Marketing
  • Messaggi: 2699
Ehi dol! Bel dol! Suona un dong dillo!
Suona un dong! Salta ancor! Salice bal billo!
Tom Bom, bel Tom, Tom Bombadillo!
Ultima modifica: 17/03/2018 21:15 Da Tavajigen.

Re: [#1] Il ritorno (Commenti) 18/03/2018 04:47 #18223

Asintoto ha scritto:

Una giustificazione in versi: 3
Poesia non e` mettere due rime incrociate, poesia e` ritmo (e metro, volendo), e qui manca completamente. Suppongo sia un troll, ma la prossima volta fallo bene


Cattivone. A saperlo prima non ti facevo mio vincitore di tornata!

Comunque, per quanto io sia assolutamente d'accordo con la necessità di certi requisiti base nella forma poesia - che pure taglierebbe fuori dalla categoria buona parte della poesia contemporanea e che quindi, nostro malgrado, non sono forse completamente condivisi a livello accademico - mi vedo costretto a far notare come da nessuna parte il mio breve componimento ha inteso ammantarsi del titolo di "poesia".
  • White Lord
  • Offline
  • Direttore Editoriale
  • Messaggi: 1187
"Le Poète est semblable au prince des nuées
Qui hante la tempête et se rit de l'archer;
Exilé sur le sol au milieu des huées,
Ses ailes de géant l'empêchent de marcher."

Re: [#1] Il ritorno (Commenti) 18/03/2018 05:23 #18224

Tavajigen ha scritto:

Una giustificazione in versi - 6

Il concorso è per prosa e non per poesia, normalmente avrei dato 4. Ma alla prima
tornata di questo ritorno su universi non dò insufficienze, e la poesia in fin dei
conti è carina.


Eeeeh! Qui mi costringi alla polemica però!

In primo luogo, come appena discusso con Asintoto, rime e divisione in versi non sono sicuramente condizioni sufficienti a fare una poesia e io non ho mai inteso dichiararla tale. Se invece avessi presentato un racconto più o meno così:
Egregi soci e colleghi di UniVersi,
mi duole informarvi della mia mancata partecipazione a questo concorso inaugurale. Avevo tutte le intenzioni di fornire il mio pur modesto contributo, ma il ritorno della semifinale di coppa Italia si è protratto più del previsto.
Spero si presenteranno altre occasioni. Cordiali saluti.

Lo avresti considerato valido? È praticamente la stessa roba, ma secondo me meno simpatico, persino col tono un po' surreale da lettera formale. La divisione in versi è una mera scelta estetica, di stile, per dare un tono più umoristico alla cosa.

Ma mi preme puntualizzare un'altra cosa. Ammettiamo anche che la mia si possa configurare come poesia. Da nessuna parte è stabilito che il concorso sia esclusivamente per componimenti in prosa. Ti segnalo anzi un paio di precedenti, risalenti addirittura alla prima edizione di UniVersi (quindi più tradizione di così...), in cui la quarta tornata ebbe ben due proposte un po' lontane dalla classica prosa (e son sicuro di ricordarne almeno un'altra, ma non riesco a trovarla):
Un intreccio di rami (di Ballestrazzi) abbastanza simile al mio, per dimensioni, struttura, tono umoristico;
Un intreccio di rami (di dododudu), se possibile ancora più bizzarro e audace.
(tra l'altro di dododudu, autentico genio della prima edizione, dallo spiccato senso dell'umorismo, segnalo un altro "racconto" fuori dagli schemi: La ragazza che non voleva parlare, ma un po' tutta la sua produzione merita di essere letta!)
La "poesia" di Ballestrazzi fu anche vincitrice di quella tornata!
Un altro UniVersi sicuramente, più autoironico e scanzonato, ma penso che siano precedenti più che sufficienti per sdoganare la forma come più che accettabile all'interno del concorso (che tra l'altro si chiama "UniVersi").

Ovviamente la mia non aveva alcuna velleità di vittoria e voleva solo essere un modo simpatico per rimettere la mia firma sul concorso e per sposare in qualche maniera la passione di Gensi e Acciaio nel tentare di farlo rivivere (e qui respingo anche le accuse di "trolling" da parte di Asintoto ). Ma che non si dica che solo la prosa più classica sia accettata su UniVersi!
Tra l'altro parecchio tempo fa, in una tornata del concorso, avevo cercato di scrivere davvero una poesia, molto più seriamente e curandone la metrica, ma ero ancora a metà quando si giunse a scadenza e alla fine lasciai perdere. Ma se me l'aveste giudicata da fuori concorso perchè non in prosa vi avrei mangiati vivi, considerato che mi stava richiedendo dieci volte il lavoro che mi richiede un racconto in prosa!

P.S.: E visto che ci sono, ti faccio anche notare che, vista l'abolizione dei voti numerici a livello ufficiale, dire che mi avresti dato 4, ma a sto giro non dai insufficienze, è esattamente come darmi 4! xD
Assumiti la responsabilità dei tuoi giudizi!
  • White Lord
  • Offline
  • Direttore Editoriale
  • Messaggi: 1187
"Le Poète est semblable au prince des nuées
Qui hante la tempête et se rit de l'archer;
Exilé sur le sol au milieu des huées,
Ses ailes de géant l'empêchent de marcher."
Ultima modifica: 18/03/2018 05:36 Da White Lord.

Re: [#1] Il ritorno (Commenti) 18/03/2018 08:43 #18226

White sappi che non mi hai minimamente smosso dalle mie considerazioni con nessuna delle tue elucubrazioni.

La tua è una poesia e questo concorso lo considero per prosa e basta. Se tu avessi scritto il racconto in quel modo lo avrei accettato e valutato.

Confermo il 6 perché ho voluto evitare di dare insufficienze nella tornata di ripartenza.

  • Tavajigen
  • Offline
  • Direttore Marketing
  • Messaggi: 2699
Ehi dol! Bel dol! Suona un dong dillo!
Suona un dong! Salta ancor! Salice bal billo!
Tom Bom, bel Tom, Tom Bombadillo!

Re: [#1] Il ritorno (Commenti) 18/03/2018 10:08 #18228

Il ritorno dei sapientini...
  • gensi
  • Offline
  • Vice Presidente
  • Messaggi: 3811
La mia vetrina: www.lulu.com/spotlight/gensi

--------------------------

Fortunatamente, ho sempre il difetto di prendermi poco sul serio...
[cit. Carmen Consoli - Fortunatamente]

Re: [#1] Il ritorno (Commenti) 18/03/2018 10:45 #18229

White Lord ha scritto:
Asintoto ha scritto:

Una giustificazione in versi: 3
Poesia non e` mettere due rime incrociate, poesia e` ritmo (e metro, volendo), e qui manca completamente. Suppongo sia un troll, ma la prossima volta fallo bene


Cattivone. A saperlo prima non ti facevo mio vincitore di tornata!

Comunque, per quanto io sia assolutamente d'accordo con la necessità di certi requisiti base nella forma poesia - che pure taglierebbe fuori dalla categoria buona parte della poesia contemporanea e che quindi, nostro malgrado, non sono forse completamente condivisi a livello accademico - mi vedo costretto a far notare come da nessuna parte il mio breve componimento ha inteso ammantarsi del titolo di "poesia".


I beg to differ.

E' un dato di fatto che la poesia moderna sia molto differente da quella canonica di ottocento anni fa, avendone perso la maggior parte delle regole. Ovviamente c'è libertà di interpretazione, ma la mia opinione è che la rima sia stata la prima ad essere abbandonata, seguita dal metro. Il ritmo però, nella sua accezione più ampia, non può non esserci, perché è quello che distingue una poesia dalla lista della spesa, è quello che le dà piacevolezza.

Ora, se tu decidi di adottare una struttura che ha l'apparenza molto canonica (due stanze di sei versi a rime incrociate) -e anche qui, si può non essere d'accordo con me-, a quel punto non puoi che ricercare la canonicità anche negli altri elementi della poesia. Un verso come "Ma la serata non era quella adatta", per esempio, ha un'accentazione talmente irregolare che non so come leggerlo, e quindi si spezza il ritmo (accento su quarta e undicesima sillaba, tutto quello che c'è in mezzo si deve leggere d'un fiato). L'effetto, almeno per quanto mi riguarda, è quello di una poesiola quasi infantile.

Io sono anche in disaccordo con Tava, nel senso che se trovo una poesia (e la tua è una poesia, non fare il brillante) che mi piace do 8. Del resto quella è una decisione soggettiva. Questo non è stato il caso, e anzi a questo punto sarei curioso di leggere qualcosa di tuo in versi perché sono assolutamente certo che tu sappia fare molto di meglio
E dai, non fare il rimba, per quanto tu non scriva qui da tanto mi ricordo più di una tua prova che mi aveva molto colpito - non privarcene!

(Marco, ma non avevi niente di meglio da fare che rispondere a papiro con papiretto alle dieci di mattina della domenica dopo San Patrizio? A quanto pare no)
  • Asintoto
  • Offline
  • Premio Pulitzer
  • Messaggi: 655

Re: [#1] Il ritorno (Commenti) 18/03/2018 10:51 #18230

Tavajigen ha scritto:
Asintoto ha scritto:
Sin City: 7.5
Ben scritto, elegante, ambientazione che mi affascina. Sfiora lo stereotipo un paio di volte, ma tutto sommato un`ottima prova per essere riuscita in cosi` pochi caratteri a esprimere il disagio di due persone.



Grazie per il bel commento!


Storicamente i miei racconti non piacciono a te e i tuoi non piacciono a me, probabilmente perché a te piacciono le storie complesse e io preferisco la semplicità. Non credo di averti mai premiato come vincitore di tornata - stavolta però hai scelto una trama verosimile e pulita, non in un pianeta lontano lontano ma in una realtà -per quanto a tratti un po' stereotipica- plausibile. Quello che mi sono sentito di premiare è stata la capacità in pochi caratteri di sviluppare a sufficienza non uno ma due personaggi, cosa che secondo me hai fatto meglio tu rispetto al vincitore di tornata (per quanto la tua trama fosse ovviamente più semplice e lasciasse quindi più spazio). Bravo Bravo.
  • Asintoto
  • Offline
  • Premio Pulitzer
  • Messaggi: 655

Re: [#1] Il ritorno (Commenti) 18/03/2018 11:47 #18232

Ciao a tutti

Naturalmente sono contento di aver vinto questa tornata anche se il mio racconto non era privo di grandi difetti.
al più presto spero di postare i commenti ai vostri.
Il tema devo dire che mi è piaciuto e i racconti postati li ho letti con piacere.
...spero di leggere qualcosa di Andrea nella prossima.

A Domenico: nello schemino dei voti manca a sinistra il titolo dei racconti o il nome del'autore, visto così non ha molto senso.
a presto


Antonio
  • scarpax73
  • Offline
  • Premio Pulitzer
  • Messaggi: 590
Ultima modifica: 18/03/2018 11:51 Da scarpax73.

Re: [#1] Il ritorno (Commenti) 18/03/2018 15:59 #18239

Tavajigen ha scritto:

La tua è una poesia e questo concorso lo considero per prosa e basta. Se tu avessi scritto il racconto in quel modo lo avrei accettato e valutato.


Scusa Tava, ma non puoi stabilire tu per cosa è questo concorso.
  • White Lord
  • Offline
  • Direttore Editoriale
  • Messaggi: 1187
"Le Poète est semblable au prince des nuées
Qui hante la tempête et se rit de l'archer;
Exilé sur le sol au milieu des huées,
Ses ailes de géant l'empêchent de marcher."

Re: [#1] Il ritorno (Commenti) 18/03/2018 16:03 #18240

Asintoto ha scritto:
Questo non è stato il caso, e anzi a questo punto sarei curioso di leggere qualcosa di tuo in versi perché sono assolutamente certo che tu sappia fare molto di meglio


No, non lo so fare.
Ci ho provato spesso di recente, per gioco e come esercizio di stile. Sicuramente la scrittura poetica mi affascina, ma temo non sia proprio il mio. Soprattutto perchè mi costa una fatica immane, laddove invece la prosa mi viene naturale come mangiare.
  • White Lord
  • Offline
  • Direttore Editoriale
  • Messaggi: 1187
"Le Poète est semblable au prince des nuées
Qui hante la tempête et se rit de l'archer;
Exilé sur le sol au milieu des huées,
Ses ailes de géant l'empêchent de marcher."

Re: [#1] Il ritorno (Commenti) 18/03/2018 16:04 #18241

gensi ha scritto:
Il ritorno dei sapientini...


Bisogna animare anche la fase di commento!
  • White Lord
  • Offline
  • Direttore Editoriale
  • Messaggi: 1187
"Le Poète est semblable au prince des nuées
Qui hante la tempête et se rit de l'archer;
Exilé sur le sol au milieu des huées,
Ses ailes de géant l'empêchent de marcher."

Re: [#1] Il ritorno (Commenti) 18/03/2018 16:41 #18242

White Lord ha scritto:
Tavajigen ha scritto:

La tua è una poesia e questo concorso lo considero per prosa e basta. Se tu avessi scritto il racconto in quel modo lo avrei accettato e valutato.


Scusa Tava, ma non puoi stabilire tu per cosa è questo concorso.



"Il concorso è costituito da 6 tornate di racconti" prima frase del regolamento.
"Il racconto è una narrazione in prosa di contenuto fantastico o realistico" prima frase della definizione di racconto su wikipedia.

Poi ognuno la pensa come vuole, io la penso così.
  • Tavajigen
  • Offline
  • Direttore Marketing
  • Messaggi: 2699
Ehi dol! Bel dol! Suona un dong dillo!
Suona un dong! Salta ancor! Salice bal billo!
Tom Bom, bel Tom, Tom Bombadillo!

Re: [#1] Il ritorno (Commenti) 18/03/2018 18:33 #18245

Tavajigen ha scritto:


Poi ognuno la pensa come vuole, io la penso così.


Spiacente Tava, ma l'"ognuno la pensa come vuole" su questo punto non posso concedertelo. Sul gusto e il giudizio critico qui regna e deve regnare l'opinabilità, ma se si parla di cosa è ammesso o no da regolamento, non c'è margine per la libertà di pensiero.

Sebbene non abbia studiato greco, ricordo ancora la definizione di "epica", genere madre della letteratura, come derivante da "epos", "racconto". Il poema epico stesso è spesso definito nei manuali come "racconto in versi".
E il "racconto in versi" è esso stesso un genere più che esistente anche nella letteratura moderna. Il fatto che poi nella maggior parte dei casi abbia forma di prosa (oggi più diffusa della poesia in generale) non basta a dare per scontato che qui si possa partecipare solo in prosa, se non esplicitamente specificato (e non mi pare una cosa del genere sia mai stata esplicitat in regolamento). Il fatto che ci siano composizioni in versi nelle tornate passate e che queste facciano addirittura parte dei racconti vincitori fornisce anche un precedente regolamentare. Questi per me sono fatti, non opinioni.

L'opinione, invece, è che questo concorso, ormai all'ottava edizione, con i generi più classici ormai tutti esplorati, tanti temi ormai ricorrenti, certo non soffrirebbe di esperimenti stilistici più audaci o fuori dagli schemi, che possono dare un po' di originalità e freschezza a questo nostro giochino. Ovviamente non è certo il caso della mia "giustificazione in versi", come detto solo una simpatica boutade senza pretese per darmi lo sblocco mentale del ritorno su UniVersi. Mi preoccupa però che questa tua sentenza possa costituire un blocco futuro su forme e stili non convenzionali o che tu nel tuo giudizio possa in futuro bocciare, a prescindere dal gradimento, eventuali partecipazioni più serie e meritevoli. Temo che faresti un errore.
  • White Lord
  • Offline
  • Direttore Editoriale
  • Messaggi: 1187
"Le Poète est semblable au prince des nuées
Qui hante la tempête et se rit de l'archer;
Exilé sur le sol au milieu des huées,
Ses ailes de géant l'empêchent de marcher."
Ultima modifica: 18/03/2018 18:34 Da White Lord.

Re: [#1] Il ritorno (Commenti) 18/03/2018 19:29 #18248

White, puoi scrivere anche fino a domani, non mi smuoverai mai dalla mia convinzione. Questo lo considero un concorso per prosa e non per poesia, qualunque considerazione tu possa fare. Mi dispiace ma è così.
Se per te o per altri farò un errore, beh, pace.
  • Tavajigen
  • Offline
  • Direttore Marketing
  • Messaggi: 2699
Ehi dol! Bel dol! Suona un dong dillo!
Suona un dong! Salta ancor! Salice bal billo!
Tom Bom, bel Tom, Tom Bombadillo!
Ultima modifica: 18/03/2018 19:31 Da Tavajigen.

Re: [#1] Il ritorno (Commenti) 18/03/2018 19:38 #18249

Si potrebbe cercare una via di mezzo. Ad esempio dedicare 1-2 tornate del concorso a qualunque forma di espressione scritta, ovvero con la chiara esclusione del termine "racconto" limitatamente a quelle tornate, con il limite delle 12k battute.

Per quanto raramente questo succeda, penso che White non abbia tutti i torti - un po' di varietà potrebbe essere positiva per il concorso, magari attirando alla scrittura nuovi che non siano così interessati/self confident nel racconto in senso stretto ma si butterebbero in qualcosa di diverso.
  • Asintoto
  • Offline
  • Premio Pulitzer
  • Messaggi: 655

Re: [#1] Il ritorno (Commenti) 18/03/2018 19:38 #18250

Ecco i miei commenti...resto a disposizione per ulteriori chiarimenti.


il ritorno dei filantropi

E’ una strana storia, la sua stranezza è nel finale.“Fu così che quella nazione, quel giorno, decise quale strada percorrere da lì al resto dei giorni, macchiandosi comunque di quello che ritenne il crimine minore.”
Non c’è morale, non c’è sorpresa...non c’è scelta, anzi c’è: lo scrittore si tira indietro. Giudicato da Dante finirebbe dritto nel girone degli ignavi.
L’idea non era affatto male, la costruzione pure. Manca di finezza.


i codardi tornano a casa

E’ un racconto che mi è piaciuto molto, sinceramente pensavo vincesse a mani basse, lo reputo più bello del mio. E’ bello per l’atmosfera creata, ha sfumature notturne, la scrittura ha nell’insieme ha qualcosa di onirico, la struttura regge alla grande.
Potrebbe essere perfezionato in alcuni periodi, ma nell’insieme è un gran bel racconto, complimenti.


punto di non ritorno

Anche questo racconto mi è piaciuto, ben costruito, scritto bene, ho poco da dire se non che l’ho letto davvero con gusto...a parte il fatto che Kerouac è uno dei miei scrittori preferiti in assoluto e in questo racconto ha trovato una bella collocazione (differentemente mi sarei messo a urlare e a dire le peggio cose). Complimenti


sin city

Mmmm….E’ scritto molto bene, ma sinceramente non mi è piaciuto, E’ una questione di gusto, nient’altro. E’ una storia che non racconta nient’altro che quello che si legge. Per me non ha l’atmosfera de “i codardi tornano a casa” o la voce limpida di “punto di non ritorno”. Tocca la superficie, ma non entra nell’anima.


vendetta

La trama non mi ha entusiasmato, il finale ancora meno, però non risulta mai sgradevole. Dovrebbe essere ripensato dando una voce più “personale” al protagonista, dargli un carattere. Ripeto il finale era tutto un sogno indotto dal coma...anche no.

Giustificazione in versi

simpatica boutade senza pretese (cit.)
  • scarpax73
  • Offline
  • Premio Pulitzer
  • Messaggi: 590

Re: [#1] Il ritorno (Commenti) 18/03/2018 19:49 #18251

La notte dei cristalli: 6
Storia quasi noiosa per quanto mi riguarda, ho interrotto la lettura tre volte - ben scritta, stile interessante ma un po` piatta. Forse troppa carne al fuoco in cosi` pochi caratteri, tra fidanzato e padre. Alcuni errori che dimostrano non rilettura abbassano un po` il voto (oro invece di loro, maiuscola dopo la virgola, un periodo ballerino verso la fine).

Hai perfettamente ragione, ho fatto molta ricerca storica per far combaciare tutto, ma alla fine il racconto ha pagato tutto ciò risultando un po’ piatto, avrebbe meritato una voce narrante più forte e uno sviluppo più arioso, ma alla fine stanchezza e tempi stretti hanno prevalso. Confesso, non ho riletto...e io che mi cazzio sempre gli altri per questo motivo.
grazie per il commento
  • scarpax73
  • Offline
  • Premio Pulitzer
  • Messaggi: 590
Ultima modifica: 18/03/2018 19:50 Da scarpax73.
Tempo generazione pagina: 0.67 secondi
Copyright © 2018 UniVersi. Tutti i diritti riservati.
Joomla! è un software libero rilasciato sotto licenza GNU/GPL.